Tutti in classe!

“Tutti in classe!” è lo spaccato vero di un mondo sui cui troppo spesso si fa della facile ironia e nei confronti del quale si preferisce soprassedere, ma che permane ancor oggi il riferimento educativo formale dei giovani: la scuola.

Scuola intesa non solo come luogo di apprendimento di contenuti ma come spazio di discussione, di approccio alle questioni che non possono essere trattate per mezzo di un testo scolastico, e che al contrario sono quelle che garantiscono alla scuola stessa il suo ruolo educativo primario.

Costruito toccando la vita di diverse classi di scuola secondaria di primo grado delle quali l’autore è stato ed è insegnante di lettere, “Tutti in classe!” affronta tematiche apparentemente didattiche, ma che in realtà si qualificano come elementi determinanti per la socialità, l’interiorità e la crescita di ogni alunno.

Diversità, razzismo, disabilità, rispetto, accettazione, affettività e problematiche ambientali e sociali. Sono questi alcuni degli aspetti presentati sotto forma di episodi realmente accaduti, nei quali i protagonisti sono gli alunni insieme al loro insegnante, immersi in un legame reciproco, dimostrando in questo modo la possibilità di instaurare un dialogo interpersonale e sincero con una figura che tradizionalmente viene vissuta con timore e reverenza.

L’obiettivo del testo è di fungere da spunto per discussioni più ampie da parte di chi li legge e soprattutto in classe, là dove avviene la costruzione dell’individuo e della sua socialità umana e relazionale.

  • FABIO MUCCIN - Tutti in classe!
  • Alba Edizioni - 2014 184 pagine, 14 €
  • ISBN 9788890879685