Nel Nordest la mafia non esiste

“Nel Nordest la mafia non esiste” è l’avvincente romanzo del giovane giornalista Giulio Serra, ambientato nella città di Pordenone. Prendendo spunto da fatti di cronaca realmente accaduti in Friuli e il Veneto, Serra sviluppa un racconto di denuncia delle infiltrazioni mafiose nel Nordest, con particolare riferimento agli appalti del settore edilizio. Mentre la città del Noncello è inondata di visitatori per l’annuale festival letterario Pordenonelegge.it, il sindaco stringe uno sciagurato patto di disonore, usura e violenza con la mafia nel tentativo di salvare il bilancio comunale in rosso. Spetterà a un coraggioso assessore e a un’onesta impiegata comunale svelare l’arcano, svelando i trucchi e i sotterfugi che hanno caratterizzato il boom edilizio nel Nordest. Un po’ Pasolini, un po’ Sciascia, Serra scatta una fotografia realistica e impietosa di una fetta d’Italia rimasta volutamente nell’ombra. La mafia è il silenzio che ti circonda mentre gli altri fanno festa. È il terrore che si spande all’insaputa della gente. Ha il volto rassicurante della borghesia locale. Quella che ride e scherza, quella che parla il dialetto del Nord. Sono come noi. Sono noi. La colonizzazione mafiosa è affar nostro. È affare del Nordest; anche se qui, si sa, la mafia non esiste.

La prefazione è di don Luigi Ciotti. Parte del ricavato sarà devoluto a Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

  • GIULIO SERRA - Nel Nordest la Mafia non esiste
  • Alba Edizioni - 2014, 140 pagine, 14€