Cuore alpino

pubblicato in: Senza categoria | 0

cuorealpinopresentazioneVenti alpini rivelano la natura del loro cuore “diverso”. Ecco il contenuto del libro “Il cuore degli alpini. Esperienze di ieri e di oggi” della giornalista Francesca Ceccato pubblicato da Alba edizioni. Il cuore degli alpini è un cuore “diverso” che pulsa per mandare avanti, fra tante difficoltà ma senza mai perdere lo spirito che la caratterizza, un’associazione, quella nazionale alpini, che nel tempo si è sempre più avvicinata alla società civile.

I protagonisti di questo libro sono Onorino Pietrobon, reduce di Grecia e sopravvissuto al naufragio del Galilea; Celeste Turchet, reduce di Russia; Daniele Pellissetti, direttore della rivista “La più bela fameja”; Stefano Perrone, casco blu dell’Onu in Mozambico; Franco Martin, volontario fra i costruttori dell’asilo di Rossosch; Giovanni Francescutti, informatico della sezione di Pordenone; Aldo Del Bianco, coordinatore della commissione grandi opere; Gianni Enrico Antoniutti, coordinatore della protezione civile alpina; Giuseppe Pancotto, socio aggregato; Danilo Cal, vicepresidente della sezione di Toronto, in Canada; Oriana Papais, capitano della riserva selezionata dell’esercito; Enzo Cainero, ex comandante della casermetta di Tratte; Ivano Benvenuti, presidente della sezione di Gemona ed ex sindaco durante il terremoto del 1976; Demetrio Moras, alpino paracadutista; Paolo Fuser, atleta delle discipline sportive alpine; Mario Povoledo, cerimoniere; Roberto Cescut, direttore del coro Ana Montecavallo; Luciano Goz, clarinettista della fanfara; Giovanni Gasparet, presidente della sezione di Pordenone; un maresciallo che combatté i separatisti altoatesini.

Ciascuno, a suo modo, svolge un ruolo all’interno dell’associazione, secondo le proprie disponibilità e con i propri tempi, ma soprattutto senza chiedere nulla in cambio. Con un cuore solo e tante anime distinte, gli alpini di oggi e di ieri si raccontano, parlano delle proprie esperienze, fatte per sé e per gli altri, con naturalezza e spontaneità.

Un libro dedicato a tutti, alle penne nere in attività, a quelle dormienti, ma anche a chi queste persone non le conosce, perché possa scoprire il cuore “diverso” degli alpini.

Il libro è in presentazione in varie località [vedi date]VEDI SCHEDA LIBRO

coroalpini2